Golf GTI 4° serie

 
Dopo 25 anni di successo il "rabbit" si è fatto ancora più cattivo!...Nel 1976 non tutti credevano davvero nelle possibilità di mercato di una versione della Golf con motore particolarmente potente, la GTI. In seguito ha invece dimostrato come i progettisti della VW avevano visto giusto! Non solo la Golf si è avviata di corsa sulla via del successo, anche la sportiva GTI è piaciuta subito assai sia a giovani che anziani, senza dubbio dando vita alla nuova classe delle compatte di elevate prestazioni. Le statistiche fatte dalla Volkswgen-Germania indicano che la maggior parte degli utilizzatori della Golf gradiscono i seguenti optional : il climatizzatore automatico , il pachetto pioggia comprendente il sistema automatico di attivazione dei tergicristalli, il tettuccio apribile e l'orientamento verso i cerchi opzioni da 17 " con pneumatici più larghi. Ecco quindi che la Volkswagen concretizza tutto questo e costruisce una vettura che più si adatta a queste caratteristiche introducendo sul mercato un nuovo modello che risulterà essere la "punta di diamante" di tutta la produzione Golf nella arco di 10 anni. Il suo nome viene indicato con tre lettere identificate GTI che sta ad indicare "Gran Turismo ad Iniezione elettronica". Quest'ultima può vantarsi veramente del logo riportato a chiare lettere distinte (per altro stilizzate come nella golf 1' serie) sul portellone posteriore e sulla calandra anteriore. Ciò ha comportato una diminuzione di prezzo del modello 1.8 turbo 20 valvole da 150 cavalli che è sceso a 21690 € rispetto ai 23240 € abbondanti...


Con l' avvento della IV versione ci fu un notovevole passo avanti riguardo alla cura nei dettagli e alla silenziosità di marcia, avvicinandola sempre più alle vetture di classe superiore ma non poteva più vantare il primato assoluto fra le berlinette sportive di serie. Ebbene proprio per colmare questa lacuna e per festeggiare degnamente il 25.mo anniversario della Golf GTI la Volkswagen propone un modello in serie limitata: la GTI "edition 25 year " che è mossa da 1,8 a 4 cilindri di 180 CV(132 kW) 20 valvole turbo, tra l'altro ecologico, perché rispetta le norme anti-inquinamento Euro 4. Quest'ultimo sviluppa una coppia massima di 235 Nm a 1950 giri/min. Quanto basta per permettere prestazioni esuberanti: uno scatto da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi e una velocità massima di 222 km/h(reali). Alcune caratteristiche esterne ed interne, sono state modificate per l'occasione, ma senza però gratuiti eccessi che avrebbero rovinato il design elegante dell'auto. All'esterno la Golf GTI di ultima generazione include la fascia anteriore più bassa in tinta con la carrozzeria, minigonne laterali , la fascia posteriore bassa con il ritaglio per il finale di scarico unico cromato dal diametro di 3,5 pollici, rendendola più aggressiva posteriormente. Inoltre di serie in questa "GTI 25 year" non poteva mancare l'appendice areodinamica (spoiler) sul portellone posteriore sul tetto.


Unici ed esclusi sono i cerchi montati serie su questa vettura dal diametro di 18"x7.5 ( solo per l'estero ! ) della prestigiosa marca BBS con pneumatici 225/45ZR-18 di Michelin che "riempiono" completamente il passaruote della vettura (la ruota di scorta è da 17'pollici). Gli interni sempre ben curati, si presentano di colore scuro (non ci sono varianti) e vengono evidenziati in alcuni punti con il rosso vivo dell'emblema GTI. I sedili sportivi ritornano di "moda" all' interno della vettura e bene distinti recano la scritta inconfondibile "Gti-Recaro" che in questo caso sono veramente ben avvolgenti. Le pedaliere, in metallo, sono state prese pari-pari dalla Seat Cupra, mentre le cinture di sicurezza sono di colore rosso scuro. La strumentazione ora è composta da contagiri e contachilometri dal contorno cromato. La consolle centrale presenta invece superfici in alluminio satinato, mentre colpisce il pomello del cambio, la cui forma ricorda volutamente proprio una pallina da golf. Ma i veri aggiornamenti non riguardano solo l'estetica ma la meccanica ; cambio a 6 marce, sospensioni a taratura sportiva (anteriormente -25mm e posteriormente di - 20 mm ), freni aggiornati con maggior diametro (le parti anteriori sono state portati ad un diametro di 228mm di raggio e anteriormente a 315mm rispetto a quelli del 1,8 turbo attuale da 150cv che ha posteriormente dischi di 232mm e anteriori di 256mm. Per evidenziare i dischi maggiorati, le pastiglie sono state verniciate di colore rosso vivo. Da tenere in considerazione, come al debutto della "Golf 1' Gti", anche quest'ultima generazione viene venduta rigorosamente in 3 colori : nero, il classico grigio e rosso fuoco. Un buon traguardo raggiunto dalla Volksvagen e chissà cosa avrà pensato per il futuro...Di certo questo modello non è per "tutti" visto che se venisse importata in Italia oltre al prezzo di assicurazione e bollo si dovrebbe sborsare circa € 30000 ovvero circa £ 58.000.000. Si può dire speciale è la vettura come speciale il prezzo! In Germania questa vettura limitata in 1500 esemplari è regolarmente venduta a 28405,13 di € circa 55.000.000 delle vecchie £..


CARATTERISTICHE A CONFRONTO :

Golf
1,8 T

 

150 CV

-Velocità max 216 km/h (208 reali)
-Consumo extraurbano 6,1
-Consumo urbano 10,8
-Consumo combinato 7,8
-Consumo combinato 7,8
-Cilindrata 1781
-Accelerazione 0-100 in 8,5 secondi
-Cerchioni in lega da 16'' BBS o Santa Monica da 17''

Golf
1,8 T

 

180 CV

-Velocità max 216 km/h (222 reali)
-Consumo extraurbano 6,5
-Consumo urbano 11,7
-Consumo combinato 8,4
-Cilindrata 1781
-Accelerazione 0-100 in 7,9 secondi
-Cavalli motore originale 180 - 132Kw
-Cerchioni in lega da 18'' BBS o Santa Monica da 17''

Partendo dal modello base GTI descritto sopra (sia per il motore ed estetica) , fa la comparsa nel mercato, una serie limitata (circa 4000 vetture disponibili) con dei cambiamenti significativi nella meccanica, più che nell'estetica: tra queste la trasmissione nuova a 6 rapporti, freni a disco anteriori da 12.3 pollici e posteriori da 10 pollici e la maggiorazione diametro delle sospensioni.
Esteticamente, come già detto la linea non cambia ma anche in questo caso sono stati introdotti piccoli accorgimenti che aumentano l'aggressività della nuova vettura GTI (GTI 337 tecnicamente) riconoscibile dalle 3 lettere rosse: cerchioni O.Z. Superturismo modello "Aristo" 7,5 x 18'' (gli stessi montati di serie su R32) con pneumatici Michelin sport, fari anteriori con parte interna nera anzichè di chiaro classico. Inoltre la vettura si identifica con il logo GTI completamente rosso posto nella parte anteriore e posteriore assieme al distintivo del coniglio da sempre sinonimo della forma singolare (quando fu presentazione la 1^ serie) della Volkswagen Golf. All'interno dell'abitacolo i sedili sportivi rimangono prettamente uguali alla versione GTI 180 hp ma dai particolri di colore grigio anzichè rossi (es.cuciture, scritta gti nella parte lombare del sedile). Altra variante rigurda la plancia , ora la centro il climatronic include l'autoradio di serie e le cornici delle prese d'areazione sono in alluminio. Anche ai lati nelle porte vengono riproposti inserti in alluminio per accentuare la sportività della vettura. Al centro della consolle è riportata la sigla "ventesimo anniversaio GTI" e in parte il numero di serie della vettura. Una piccola critica ricade su questo modello simbolo del marchio Volkswagen; sono infatti disponibili solo 3 colorazioni già presenti, tra l'altro, su altre versioni meno potenti: giallo Imola (colorazione non importata in Italia per Golf classiche), nero metallizzato e blu jazz.


non scambiatela per R32!...

Non scambiatela per R32!; la vettura in questione denominata GTI R è una vettura non commercializzata in Italia e potreste giustificare l'acquisto solo per ottenere il kit esclusivo ed originale Volkswagen stile R32. Gli interni sono assemblati con particolari cromature e comprensivo di pedaliera e cambio in alluminio, ma a fare bella vista sono i sedeli marchiati Recaro. La vettura comprende tra gli accessori in dotazione il climatizzatore automatico climatronic e la linea estetica integrale "R-line" uguale alla già citata R32, dal paraurti anteriore e posteriore arcuati , minigonne, scarico sdoppiato e cerchi radiali da 17 pollici (anzichè da 18 come sulla r32). In difinitiva si tratta del modello 1.8 litro turbo 20V, da 132 chilowatt che raggiunge 100 km/h dalla fermata in 7.9 secondi, con velocità massima prossima ai 228 km/h. La vettura può essere considerata una valida alternativa alla Golf "Gt" o alla tradizionale GTI.


la GTI perde una lettera...

Nuova è la sigla che contraddistingue un nuovo modello di Golf indicato come GT. La vettura non importata in Italia, avrebbe sul mercato un rilevante interesse specialmente tra i giovani. Per GT si intende la golf TDI da 130 cavalli corredata di abs, asr, ebd e di un pacchetto speciale sportivo come i sedili sportivi (non identificati con marchio Recaro) interni con rifiniture colore chiaro (stile R32) e cruscotto con bordi in alluminio, volante 3 razze sportivo recante nella parte bassa la scritta Racing, climatronic, autoradio, assetto ribassato e cerchioni in lega da 17'' modello "Evolo STP", con pneumatici 225/45. Esteticamente l'auto è invariata se non per la scritta identificativa "GT Sport" Un auto, quindi, non del tutto nuova nel panorama Volkswagen ma che contiene lo stretto neccessario per fare di un auto di successo anche una vettura sportiveggiante ma senza eccessi.

Visitatori

 Visitatori sul forum    

 Visitatori in chat          

Visitatori sul sito
79
Visitatori di oggi
Visitatori mensili
Mese precedente
Dal 20-08-2001
2119
21517
28579
906894

Le Golf degli utenti

Eventi - Meeting