Ritrovi regionali - meeting - PROSSIMAMENTE NUOVO RITROVO !!
Sul forum avrai la possibilità di conoscere altri Appassionati come te!
Vi aspettiamo sul forum !!
il forum dedicato a qualsiasi modello VW GOLF !
Registrati sul forum
Registrarsi al forum ci si mette qualche secondo ! Ti aspettiamo !
Codici e guide fai da te
Sul forum troverai la sezione dedicata alle guide realizzate dagli utenti più esperti !

Articoli Vw Golf

indietro avanti

Cerchioni originali Golf II serie

Letture: 1519

Cerchioni originali Golf II serie

Originali golf 2 nome canale e dimensione Bbs 6,5J x 15 Bbs 6,5J x 15 Silverstone 6J x 14 Montreal 6J x 14 Avus 6J x 14 Le Castellet 6J x 146J x 156,5J x 15 Estoril 6J x 15 - - 6J x 14 Zandvoort 5,5J x 136 x 14 Hockenheim 5,5J x 13 - - 6J x 14 - - 6J x500

Leggi tutto

Golf VI R Cabriolet 2.0 TSI 265 CV

Letture: 1268

Golf VI  R Cabriolet 2.0 TSI  265 CV

Dal momento in cui la lettera "R" è stata adottata dalla Volkswagen per designare i suoi modelli più sportivi, non se n'era ancora vista una scoperta. L'onore della prima volta è andato - immancabilmente - a una Golf: la500

Leggi tutto

Golf VI GTI 211 cv

Letture: 1184

Golf VI GTI 211 cv

SENSAZIONI DI GUIDA : Allo scarico hanno messo il sound generator, e si sente non appena giri la chiave: borbotta cupo come mai si era sentito in passato, il due litri TSI Volkswagen. E non è che l’inizio, perché in500

Leggi tutto

Golf VI GTI 211 cv tfsi cabriolet

Letture: 888

Golf VI  GTI 211 cv tfsi cabriolet

Volkswagen Golf GTI Cabrio su strada Battesimo bagnato, modello fortunato. Questa la previsione dopo buona parte di test della nuova Volkswagen Golf GTI Cabrio sotto un’interminabile pioggia battente, che ci ha accompagnato per oltre 130 chilometri dall’aeroporto fino al lago500

Leggi tutto

1.4 TGI Bluemotion

Letture: 1836

1.4 TGI Bluemotion

La VW GOLF ha ottenuto le 5 stelle Euroncap nel 2012 e viene proposta in molteplici motorizzazioni e versioni con prezzi compresi tra i 17.650 € e poco sopra il 42.000 €. La Golf TGI Bluemotion, ovvero la versione a metano, è un500

Leggi tutto

Golf IV Tdi Gti 150 cv

Letture: 5884

Golf IV Tdi Gti 150 cv

“Buona la prima”, una frase semplificativa per dimostrare il pensiero dei tecnici Volkswagen per un diesel che potesse cambiare la mentalità della gente. Questo avvenne con l’evento della Golf 1^serie degli anni 70' dimostrando con circa 50 cv di potenza,500

Leggi tutto

Golf VII 2.0 TDI 150 cv

Letture: 8976

Golf VII 2.0 TDI 150 cv

TECNICA : Modularer Querbaukasten: piaccia o no, in quest’epoca di inglese imperante, la Volkswagen è tedesca e in tedesco parla. L’ostica parola che avete appena letto, ben più facile da ricordare in sigla — quell’MQB di cui avrete già letto500

Leggi tutto

Golf VII R da 300 cv

Letture: 3043

Golf VII R da 300 cv

 La famiglia Golf viene ampliata ulteriormente dalla versione più sportiva della vendutissima media tedesca. VW ha infatti rilasciato dati e foto ufficiali della Volkswagen Golf VII R, evoluzione grintosa, muscolosa e cattiva che viene venduta nelle concessionarie per fine anno 2013. Il prezzo500

Leggi tutto

La vera storia della Golf GTI

Letture: 1026

La vera storia della Golf GTI

Tutto inizia con il Maggiolino. Torniamo indietro nel tempo, fino al 1973. La Volkswagen ha appena introdotto sul mercato una versione particolarmente sportiva del Maggiolino. Il "corridore giallo e nero", come veniva chiamato, si distingue dalla versione normale del Maggiolino500

Leggi tutto

Strategia per consumare meno

Letture: 1072

Strategia per consumare meno

A volte basta davvero poco per contenere le spese di ogni giorno. Un po’ più di attenzione al volante e una buona manutenzione dell’auto consentono di arginare la voce carburante, che pesa non poco sul proprio bilancio. Con vantaggi anche500

Leggi tutto

Benedetto XVI era un Golfista!

Letture: 1170

Benedetto XVI era un Golfista!

Aggiudicata per 185.000 € su ebay la grintosa Volkswagen Golf appartenuta a Papa Bendetto XVI. A metterla in vendita sul sito di aste di internet un tedesco di 21 anni di Olpe, Benjamin Halbe, che l'aveva acquistata a gennaio del500

Leggi tutto

Golf IV V6 204 cv

Letture: 1389

Golf IV   V6 204 cv

  Vista dall'esterno sembra una golf normale a benzina, ma quando la si guida (e si fa rifornimento) ci si accorge che non è così. Questo è la dichiarazione di qualche appassionato Volkswagen che il salto di qualità l'ha fatto500

Leggi tutto

Golf VII GTD 2.0 TDI 184 cv

Letture: 4236

Golf VII  GTD 2.0 TDI  184 cv

Torna nel 2013 la versione GTD, a breve distanza dal debutto della sorella a benzina, la GTI. Equipaggiata con il 2.0 TDI omologato Euro 6 da 184 CV e 380 Nm, la nuova GTD consuma 4,2 l/100 km di gasolio,500

Leggi tutto

Spot "italia 1" anche per Vw Golf Mania!

Letture: 719

Spot "italia 1" anche per Vw Golf Mania!

Dalla trasimissione trasmessa su Italia 1 dal titolo "sei come sei" , l'idea spontanea di un gruppo di utenti del forum Golfmania è stata di realizzare un video dedicato con 6 vetture della stessa tinta di carrozzeria, formando il numero500

Leggi tutto

Sovralimentazione VW

Letture: 2167

Sovralimentazione VW

Potremo fin da subito riassumere in sintesi il nuovo ed innovativo concetto di tecnologia Twincharger studiato espressamente dalla Volkswagen applicato su Golf V^ serie in questa maniera: un compressore meccanico Roots abbinato ad un turbocompressore a gas di500

Leggi tutto

Golf 1^ serie ancora in produzione!

Letture: 1809

Golf 1^ serie ancora in produzione!

Non si tratta di uno scherzo, ma semplicemente la notizia di un restyling della Golf. Una Golf un po' particolare: la prima serie, quella originale di Giugiaro (che personalmente rimane ancora la mia preferita), ancora in vendita in Sud Africa500

Leggi tutto

Golf V GTI 200 - 230 cv fsi

Letture: 3940

Golf V  GTI 200 - 230 cv fsi

  Grande Tormentone Italiano? Non è certo la sua definizione di GTI, quella scritta su questa riga ma che che sta invece ad indicare "Gran Turismo ad Iniezione elettronica". Una vettura da tempo nei pensieri degli Italiani e non solo500

Leggi tutto

Golf VI GTD 170 cv (125 kw)

Letture: 1391

Golf VI  GTD  170 cv (125 kw)

COMPORTAMENTO SU STRADA : La Volkswagen Golf GTD protagonista della nostra prova ha dato sfoggio di doti stradali notevoli abbinate ad un propulsore generoso e meno "ruvido" che in passato. Tradotto in termini più incisivi, siamo di fronte a una500

Leggi tutto

Golf VII Gti 220 - 230 CV

Letture: 4080

Golf VII Gti 220 - 230 CV

Torna la Volkswagen Golf GTI, uno dei modelli di più lunga tradizione nel segmento delle compatte sportive. Questa volta, però, sarebbe più appropriato dire "le" Golf GTI. Il nuovo modello, che verrà presentato al Salone di Ginevra, sarà declinato in500

Leggi tutto

Motore 2.0 FSI 110 kW

Letture: 1791

Motore 2.0 FSI 110 kW

Per la Golf 5 sono disponibili anche i motori dell'ultima generazione a iniezione diretta, in cui il combustibile viene iniettato direttamente nella camera di combustione (1.4/66kW e 1.6/85kW , 2.0l 110kW e 2.0l 147kW). Questa nuova tecnologia consente ai motori500

Leggi tutto

Vw Golf V Plus

Letture: 2913

Vw Golf V Plus

Si chiama Golf Plus e rispetto alla sorella "normale" sembra che le abbiano fatto ingerire doti massicce di vitamine per crescere, sia in altezza che nel volume dell'abitacolo. Alta infatti 1,58 metri la Golf Plus supera la Golf esattamente di500

Leggi tutto

Creatore del logo VW

Letture: 805

Creatore del logo VW

In casa Volkswagen non l'avranno certo presa bene, ma la dichiarazione di un anziano signore tirolese ha già fatto il giro del mondo suscitando la curiosità di molti. L'85enne austriaco si è infatti riconosciuto come il "papà" del logo che500

Leggi tutto

Golf R restyling

Letture: 894

Golf R restyling

La Volkswagen ha diffuso un video relativo alla nuova Golf R, annunciando la futura disponibilità di un pacchetto Performance. Ai clienti sportivi saranno dedicati alcuni componenti che renderanno ancora più aggressiva la versione più sportiva della Golf: scarico di titanio500

Leggi tutto

Golf GPL ? Tutte le info utili

Letture: 725

Golf GPL ? Tutte le info utili

E’ VERO CHE ALCUNE AUTO NON POSSONO ESSERE TRASFORMATE A GPL?No. Tutte le auto alimentate a benzina, sia a carburatore, ad iniezione e ad iniezione con marmitta catalitica, possono essere convertite al GPL. IN CHE STATO DEVE ESSERE LA MIA500

Leggi tutto

Che cosa è il VAG-COM?

Letture: 11066

Che cosa è il VAG-COM?

Che cosa è il VAG-COM? R: Il VAG-COM è un programma di computer PC per diagnosticare guasti, per adattare e aggiustare centraline di sistemi elettronici delle automobili Volkswagen, Audi, Seat e Skoda. Si possono interrogare e cancellare le memorie guasti500

Leggi tutto

SPL : Sound Pressure Level

Letture: 2052

SPL : Sound Pressure Level

E' indubbio che il "fenomeno" SPL, all'interno del grande mondo del car audio, occupi uno spazio importante e, spesso, trainante nei confronti di prodotti e tecnologie. Ed è un fenomeno che, oggi più che mai, sta appassionando migliaia di appassionati500

Leggi tutto

Cerchioni originali Golf IV serie

Letture: 3955

Cerchioni originali Golf IV serie

Originali golf 4 nome canale e dimensione Siata 7J x 17, ET 38 Reggae 6J x 14, ET 386J x 15, ET 386,5J x 16, ET 38 Mambo 7J x 15, ET 38 Avus II 6J x 15, ET 38 Jarama 6J x 15, ET 38 RS1 6J x 15, ET 38 Rave 6,5J x 16,500

Leggi tutto

Golf V R32 V6 250 cv

Letture: 4077

Golf V  R32 V6 250 cv

  Presentata al pubblico in occasione del 59esimo salone della macchina di Francoforte, il 15 settembre 2005 fa subito scalpore tra gli app??assionati del settore. Si riconosce a prima vista anche senza essere grandi fisionomisti... Se la GTI si distingue per500

Leggi tutto

Golf V GTD 170 cv

Letture: 4124

Golf V GTD 170 cv

Nella gamma della bestseller di Wolfsburg rientra anche la versione GTD, un allestimento specifico per il nostro paese che vuole rievocare una sigla mitica per gli appassionati di auto degli anni ottanta nonchè l'evoluzione della Golf IV 1.9 TDI-GTI 150500

Leggi tutto

Tutte le info sul motore turbo

Letture: 1837

Tutte le info sul motore turbo

La valvola By-Pass e la valvola Pop-OffLa valvola di by-pass e' chiamata a salvaguardare l'integrita' della valvola a farfalla (posta sull'aspirazione), delle tubazioni e della girante del compressore quando si rilascia l'acceleratore. Queste valvole vengono montate quando, nella versione di500

Leggi tutto

Crash test...come vengono eseguiti

Letture: 910

Crash test...come vengono eseguiti

Crash test fra 2 golf di generazione diversa. L'impatto affrontato ad una velocità rispettivamente di 50 km/h dimostra l'elevata sicurezza a cui è giunta l'ultima serie. Come si nota nella foto, l'abitacolo dalla parte del guidatore della "4^versione"(colore giallo) rimane500

Leggi tutto

Golf GTI 4° serie

Letture: 4547

Golf GTI 4° serie

  Dopo 25 anni di successo il "rabbit" si è fatto ancora più cattivo!...Nel 1976 non tutti credevano davvero nelle possibilità di mercato di una versione della Golf con motore particolarmente potente, la GTI. In seguito ha invece dimostrato come i500

Leggi tutto

Cerchioni originali Golf III serie

Letture: 1334

Cerchioni originali Golf III serie

Originali golf 3 nome canale e dimensione Imola 6J x 15 Imola 6J x 14 Solitude 6,5J x 15 Bbs 6J x 15 Bbs 6J x 15 Orlando 6J x 14 Flying(USA) 6J x 14 Bbs Pininfarina(USA) 6,5J x 15 Long Beach(USA) 6,5J x 15 Speedline II(USA) 6,5J x 15 Le Mans (gti 16 valvole) 6,5J x 15 Bbs 7J x 16 Speedline I 6,5J x 15 - 6,5J x500

Leggi tutto

Climatronic e ventilazione manuale

Letture: 3933

Climatronic e ventilazione manuale

Climatronic , climatic o ventilazione manuale? Tutte le varianti si basano sul medesimo climatizzatore base. La differenzia principale fra i singoli impianti risiede nell’azionamento dei diaframmi per la distribuzione dell’aria. Il Climatronic 2C ha in più un flussostato per aria500

Leggi tutto

Golf IV RSI (special car)

Letture: 2373

Golf IV RSI (special car)

  Non bastava più costruire una versione della Golf con motore particolarmente potente, la GTI. Si voleva costruire un modello top prestazioni; era la volta del V6 conosciuto meglio come VR6. Il motore in quel caso era spinto da oltre 200500

Leggi tutto

Golf IV R 32 dsg 241 cv

Letture: 3053

Golf IV R 32 dsg 241 cv

Una Golf esagerata di serie? Questa vettura, in studio già dal 2000 ma comparsa solo nell'estate del 2002 nel mercato italiano, è nata per soddisfare al meglio gli sportivi nell'ambito di vetture estreme. Sono passati più di dieci anni da500

Leggi tutto

Golf V GT 170 cv tsi

Letture: 4137

Golf V  GT 170 cv tsi

  Nulla a che vedere con il passato, seppur già esisteva nella 4^serie una versione con lo stesso nomintativo, ovvero la sorella minore della più conosciuta GTI. Si distingueva per alcuni particolare estetici come ad esempio i cerchioni da 17500

Leggi tutto

Volkswagen Golf GTI 7 - TCR 2.0 da 290 CV

Letture: 45

Volkswagen Golf GTI 7 - TCR 2.0 da 290 CV

GOLF 7 2.0 da 290 CV (tra 5.000 e 6.800 giri). La coppia massima, pari a 370 Nm, è sempre disponibile in una fascia di regime compresa tra 1.600 e 4.300 giri. La potenza viene trasferita alle ruote anteriori mediante500

Leggi tutto

Golf GTE

Letture: 7357

Golf GTE

La Golf GTE coniuga l’elettromobilità con il dinamismo tipico delle GTIFino a 50 km in modalità soltanto elettrica e fino a 939 km in modalità ibrida Dieci informazioni importanti sulla Golf GTE:1. Grazie alla GTE, la Golf è la prima auto500

Leggi tutto

Vw Golf Mania sempre in primo piano!

Letture: 667

Vw Golf Mania sempre in primo piano!

Da anni il sito viene pubblicato sulle riviste specializzate sul tuning a partire dal 2001 con alcuni articoli fino a giungere nel settembre 2007 , conquistandosi ben 2 pagine di descrizione e informazioni sul club. E' una bella soddisfazione per500

Leggi tutto

Storia Vw Golf GTI dal 1974 al 2008

Letture: 1589

Storia Vw Golf GTI dal 1974 al 2008

La Golf è nata nella primavera del 1974: un design compatto con carrozzeria prima a tre, poi a quattro porte e portellone posteriore che permetteva un'ampia capacità di carico, con montante trasversale, motore 4 cilindri raffreddato ad acqua, trazione anteriore,500

Leggi tutto

Golf VI R20 270 cv

Letture: 1325

Golf VI  R20 270 cv

C'era una volta la R32, la più potente delle Golf vecchia generazione. Berlinetta dopatissima fin dal 2004, tramite un motore V6 di oltre tre litri e con 245-250 cavalli. Ora il ruolo di “Golf più potente che mai” è stato500

Leggi tutto

Cambio automatico DSG

Letture: 12004

Cambio automatico DSG

Cinque anni fa, la Volkswagen presentò il primo cambio robotizzato a doppia frizione del mondo prodotto in serie: il DSG a 6 marce, un cambio automatico intelligente e dotato di una tecnica molto complessa. Il DSG a 6 marce ha500

Leggi tutto

Golf V R GTI (special car)

Letture: 2059

Golf V  R GTI (special car)

  Non siete mai contenti della vostra Volkswagen Golf? Ora non ci sono più problemi, nasce la RGTI che riassume il concetto di auto compatta ad alto rendimento acquistabile ed accessibile ad un pubblico esigente. Potremo identificarla come la “nuova RSI”500

Leggi tutto

Assetto, campanatura, convergenza

Letture: 6800

Assetto, campanatura, convergenza

Le prestazioni fornite da un assetto di serie risentono sempre di un compromesso ricercato dal costruttore fra sportività e comfort. I produttori di assetti sportivi invece lavorano per fornire un prodotto più calibrato sulle esigenze degli utilizzatori che prediligono l'estetica,500

Leggi tutto

Golf IV R-TDI (special car)

Letture: 2826

Golf IV R-TDI (special car)

  Una berlina particolare quella che vi presentiamo in questa pagina: si tratta della Golf R-TDI Racing Turbo Diesel Iniezione) ufficiale per gare di durata della categoria super turismo. Di certo una vettura che non passa innosservata malgrado le modifiche estetiche500

Leggi tutto

Golf VII 1.6 TDI 105 CV 4 Motion

Letture: 3116

Golf VII 1.6 TDI 105 CV 4 Motion

La Volkswagen ha ufficializzato il listino della nuova Golf 4Motion, in consegna a partire dal mese di marzo 2013. La trazione integrale a controllo elettronico, che sfrutta un giunto Haldex di quinta generazione con sistema Xds su entrambi gli assi,500

Leggi tutto

Golf V TDI 140 cv 4 Motion

Letture: 1661

Golf  V TDI 140 cv 4 Motion

  140 SPORTLINE: auto del popolo? Volendo tradurre alla lettera la denominazione ufficiale Volkswagen certamente sì, ma ormai da tempo le auto di Wolfsburg non sono più berline spartane destinate alla motorizzazione di massa. Conscia di questo, la VW si è500

Leggi tutto

40 anni di GOLF !

Letture: 1957

40 anni di GOLF !

G come Giorgetto Giugiaro (il “genio” che la disegnò), O come odiata (ma solo dalla concorrenza), L come Leggenda (come definire un’auto in voga da 40 anni?) F come fenomeno. Sì, perché la Volkswagen GOLF è un fenomeno di vendita quasi500

Leggi tutto

Golf 4 made in Brasile

Letture: 996

Golf 4 made in Brasile

Spesso basta dare un’occhiata ai prodotti dei mercati emergenti o extraeuropei per trovare strane vetture frutto di rielaborazioni, restyling e ibridazioni fra diversi modelli. Recenti esempi del fenomeno sono la Fiat Uno brasiliana e la VW CitiGolf 1.8i R (2'500

Leggi tutto

Assetto, campanatura, convergenza

Le prestazioni fornite da un assetto di serie risentono sempre di un compromesso ricercato dal costruttore fra sportività e comfort. I produttori di assetti sportivi invece lavorano per fornire un prodotto più calibrato sulle esigenze degli utilizzatori che prediligono l'estetica, le prestazioni e la funzionalità della propria vettura anche a discapito di una "dose" di comfort. Fortunatamente il mercato odierno offre una vasta scelta di prodotti in grado di soddisfare i requisiti degli appassionati sia in termini di miglioramento delle prestazioni sia dal punto di vista della sicurezza, non sottovalutando che l'auto viene utilizzata quotidianamente anche sulle dissestate strade di città. L'elenco proposto qui sotto, riassume brevemente le molle più adatte alla vostra volkswagen golf ma ricordiamo che irrigidire l'auto migliora la tenuta di strada comporta però, inevitabilmente una perdita di comfort, chiaramente maggiore sulle molle non progressive rispetto a quelle progressive.
I costruttori prediligono quindi la sportività non pregiudicando eccessivamente il comfort con abbassamenti della vettura variabili da un minimo di 25mm ad un massimo di 45 mm. Si può arrivare ad una conclusione, dichiarando che la rigidezza delle molle, rispetto a quelle originali si attesta mediamente del 35%, fatta eccezione per le molle progressive che prevedono invece caratteristiche sostanzialmente analoghe all'originale nel primo tratto della corsa, per diventare successivamente più rigide nella parte finale . Questo tipo molle sono di varia taratura, generalmente espressa in libbre, per conferire comportamenti diversi alla vettura; bisogna tenere conto se la propria vettura è munita di climatizzatore o meno, perchè quest'ultimo influirà sull'abbassamento e seppur si parla di qualche millimetro, può provocare uno sbilanciamento fra avantreno e retrotreno.




Per ribassamenti contenuti entro 4 cm, non ci sono grossi problemi agli ammortizzatori originali, soprattutto se quest'ultimi si avvicinano al mondo sportivo, come per la golf gti turbo o tdi/gti diesel entrambe da 150 cv. Andare oltre questa misura impone maggiori accortezze; si deduce che non sempre abbassare l'auto vuol dire essere più sicuri nella guida.I problemi che possono sorgere variano
dall'eccessiva altezza del "tampone" in rapporto al grado di rilassamento, (può arrivare a fondo corsa) provocando un danneggiamento del pistone che si trova all' interno dell' ammortizzatore stesso o si possono verificare semplici problemi di rumorosità che non creano problemi meccanici ma tuttavia risultano fastidiosi. Quest'ultimi solitamente sono causati dalle spire delle molle stesse che lavorano molto vicine tra di loro, di conseguenza per risolvere il problema bisogna utilizzare un ammortizzatore più corto, perché riesce a comprimere la molla senza farla vibrare. I problemi più gravi si hanno quando la molla non lavora coassialmente all'ammortizzatore di serie con la conseguente uscita dalla propria sede al momento della massima estensione, causando effetti disastrosi. Da tenere ben presente inoltre, che non si tratta di un difetto di fabbrica o meccanico se l'auto con assetto sportivo ha la tendenza di essere sensibilmente più bassa sull'anteriore rispetto al posteriore , ciò serve per limitare la naturale tendenza al sottosterzo della vettura a trazione anteriore. Molte sono le persone che usano solo le molle sportive (spesa per le molle e installazzione circa € 250) perché queste sono le uniche che incidono sull'estetica facendo sembrare l'auto più "cattiva". La cosa migliore invece sarebbe da optare per abbinare quest'ultime con ammortizzatori a stelo più corto. Nè esistono a taratura regolabile in estensione, che permettono di adeguare l'ammortizzatore alle esigenze di qualsiasi guidatore; dallo sportivo a quello più tranquillo. Questo avviene tramite il gambale filettato, cioè la filettatura che c'è sulla parte esterna del "tubo" dell'ammortizzatore dove si trova ghiera e controghiera che sostengono la molla. Giocando su queste ghiere si puo' modificare l'assetto della vettura. La taratura scelta dovrebbe assicurare un incremento della sicurezza senza pregiudicare il confort della vettura anche in abbinamento a molle ribassate. Il prezzo in questo caso non è da poco; si varia dalle marche e modello dell'auto ma si attestano ad un prezzo base di 830 € più montaggio (prezzo indicativo) per golf 5^.La vettura avrà una rigidezza da "go-car" studiato specificatamente per le corse sportive e sconsigliato per un utilizzo quotidiano.


Ciò fa capire inoltre che l'ammortizzatore dovrebbe sempre essere regolato in funzione della durezza della molla: non bisogna mai abbinare un ammortizzatore molto morbido ad una molla molto rigida o un ammortizzatore molto duro ad una molla molto morbida. Piccoli aggiustamenti, tuttavia, possono dare risultati molto interessanti: un ammortizzatore un pò più duro renderà più stabile la macchina e rallenterà i movimenti sia di beccheggio che di rollio.Bisogna notare che l'ammortizzatore influenza solo la velocità con cui avvengono i movimenti di beccheggio e di rollio e non la loro entità! Quindi, se si vuole che una macchina presenti meno rollio, sarà necessario intervenite sulle barre anti-rollio o sulle molle, ma non sugli ammortizzatori. Ciò che si può regolare con l'ammortizzatore è la velocità con cui la sospensione riprende la posizione di partenza: se una macchina con molle morbide ma ammortizzatori duri viene schiacciata verso il basso, ritornerà nella posizione originale molto lentamente perchè gli ammortizzatori freneranno molto la forza della molla, mentre una macchina con molle rigide ed ammortizzatori morbidi si comporterà nel modo opposto, ovvero riprenderà molto velocemente la posizione originale. La stessa situazione si ha in uscita dalle curve: in curva, il peso si sposta e il telaio si sarà inclinato lateralmente e/o longitudinalmente, ma quando si raddrizza lo sterzo le sollecitazioni dovute alla sterzata scompaiono e il telaio riassume la configurazione originale; la velocità con cui ciò avviene è determinata dalla durezza degli ammortizzatori. Una macchina con molle morbide e ammortizzatori duri mostrerà la tendenza a voler continuare a curvare quando si raddrizza lo sterzo, e tenderà a voler andare dritta quando si comincia a sterzare; avrà un comportamento in generale poco reattivo ma molto dolce. D'altro canto, invece, una macchina con molle rigide e ammortizzatori morbidi sarà molto reattiva: seguirà velocemente e aggressivamente la volontà del pilota ma in modo più nervoso.
Esistono inoltre ammortizzatori più avanzati, caratterizzati dal sistema regolazione di altezza automatica della vettura anzichè manuale, in base alle esigene del guidatore, fino arrivare ad un massimo di abbassamento prossimo a -7 cm! Il prezzo , specie per il sistema automatico può raggiungere i 3000 €. Meno conoscita, ma per questo non di secondaria importanza è la "barra duomi" caratterizzata da un speciale acciaio piegato a freddo che impedisce la torsione della scocca della vettura quando si imposta una curva di elevato raggio ad alta velocità. Il fissaggio viene effettuato all'interno del vano motore sia nella parte superiore che inferiore. Con essa vengono irrigiditi i duomi di alloggiamento degli ammortizzatori (anche per quelli posteriori), garantendo la massima precisione nella guida sportiva.

 

..:: istruzioni per assassinare una molla ::..
Le sorprese nel tuning non mancano mai! Tra gli orrori che si possono compiere nell'elaborare una automobile è sicuramente il taglio delle molle originali. La rigidità di un elemento elastico non dipende soltanto dal materiale con cui si realizza, ma dal diametro del filo, da quello delle spire e dal numero di queste ultime. In questa maniera si otterebbero modesti rilassamenti che tuttavia, in condizioni dinamiche possono essere "amplificati" fino a diventare più del doppio. Il problema però più importate è lo "snervamento" dell'elemento elastico, una sorta d'invecchiamento che altera la rigidità originale. Anche piegando a caldo le molle si viene a creare lo snervamento che nei casi più gravi porta alla frattura del materiale e da ciò ne conseguono sbandamenti e incidenti (vedi immagine a lato - indenne il proprietario ma l'auto ha parecchi danni causa cedimento molla). Inoltre le molle sia originali che sportive non sono eterne e non si può dire certamente che i prezzi per l'acquisto siano astronomici ! Non è raro notare che dopo un periodo non troppo lungo di utilizzo, la molla risulti più cedevole, abbassando ulteriormente il teleio della vettura. Pertanto se un minimo di assestamento si può anche accettare, non siate troppo ottimisti quando constatate che l'auto si è accasciata al suolo...

..:: campanatura ::..
L'inclinazione delle ruota rispetto all'asse verticale è chiamata campanatura o angolo di camber (o più semplicemente camber). Quest'angolo può risultare nullo, positivo o negativo: se la parte superiore della ruota risulta inclinata verso l'esterno, cosicchè le ruote dello stesso assale convergono verso il basso, si parla di angolo di camber positivo; se, invece, le ruote sono inclinate verso l'interno, ossia convergono verso l'alto, l'angolo di camber è considerato negativo. Valori elevati dell'angolo di camber, tanto positivi quanto negativi, sono da evitare perchè tendono a far sollevare parte del battistrada dei pneumatici dalla superficie stradale, con una drastica riduzione dell'aderenza ed un più rapido consumo dei pneumatici stessi: di solito.si usano valori che al massimo arrivano a +/- 3° circa (ma solitamente non si usa mai un angolo di campanatura positivo). Un angolo negativo è necessario perchè, quando la macchina percorre una curva, il telaio s'inclina tendendo così ad aumentare il grado di campanatura stesso: se l'angolo non fosse leggermente negativo, il pneumatico toccherebbe terra solo con la parte esterna, con riduzione della trazione. Dato che il grip di un pneumatico cresce al crescere della sua superficie d'appoggio col terreno, la situazione ottimale si otterrebbe se esso rimanesse sempre perpendicolare al terreno senza deformarsi in presenza di forti carichi laterali ma normalmente non è così e bisogna quindi cercare il miglior compromesso possibile. Se si vuole la massima trazione in accelerazione ed in frenata (in rettilineo) allora bisogna regolare la campanatura a 0°, mentre se si vuole la massima trazione in curva allora bisogna impostarlo ad un valore negativo di qualche grado, in funzione della rigidità della sospensione e della durezza della mescola del pneumatico; non è possibile, quindi, ottimizzare entrambe le situazioniIl modo più facile è regolare la campanatura in modo che il pneumatico si consumi in modo uniforme su tutta la larghezza del battistrada, così che ogni punto delle gomma venga utilizzato al massimo. Si tenga presente che una macchina con sospensioni molto morbide richiede un angolo di camber negativo più accentuato di una con sospensioni molto rigide mentre in condizioni di fuoristrada potrebbe essere utile usare un angolo maggiore di quello che garantirebbe un consumo uniforme in modo da stabilizzare la macchina sugli ostacoli più grossi e per ridurre il rischio che la ruota si infili in un solco ribaltando così la convergenza.

..:: convergenza ::..
Quando l'auto è in movimento, la combinazione delle forze di trazione e di attrito fra superficie stradale e battistrada tende a far "aprire" o "chiudere" le ruote. Per ottenere una marcia rettilinea, quindi, le ruote non devono essere, a vettura ferma, perfettamente parallele tra loro ma, a seconda dei casi, leggermente convergenti o divergenti.
Guardando il veicolo dall'alto, si parla di convergenza quando i piani longitudinali passanti per le ruote convergono e si incontrano davanti al veicolo, mentre se l'incontro avviene dietro il veicolo, si parla di convergenza negativa o, più comunemente, di divergenza; l'angolo viene misurato in gradi. Nello schema, entrambe le ruote anteriori "tirano" la macchina di lato, anche se l'effetto totale è nullo, dal momento che le forze in gioco sono uguali ed opposte: in teoria la macchina non sbanda né a destra né a sinistra, ma questa è una situazione instabile.Supponiamo che la macchina incontri una piccola irregolarità del terreno su un lato soltanto, oppure che le ruote siano leggermente sterzate, ciò si tradurrà in un po' di carico in più su uno dei due pneumatici anteriori, che quindi farà più presa sul terreno e potrà tirare la macchina un pò dalla propria parte: il risultato è che una ruota tira con più forza in una direzione, mentre la forza che agisce in direzione opposta si è indebolita e, di conseguenza, le due forze non si controbilanciano più, e si crea una risultante che fa curvare la macchina. Il guidatore può cercare di controsterzare ma, se la correzione non è perfetta, ci ritroviamo daccapo nella stessa situazione, questa volta in direzione opposta.La macchina avrà quindi la tendenza a sbandare da una parte e dall'altra, o, nel peggiore dei casi, ad entrare in oscillazione.Se la divergenza delle ruote causa instabilità, non c'è motivo di adottarla al retrotreno poichè renderebbe la macchina inguidabile.Per quanto riguarda l'avantreno, invece, c'è l'effetto stabilizzante dell'angolo di incidenza. E' per questo che talvolta le ruote anteriori possono essere leggermente divergenti, purché la macchina abbia un angolo di incidenza sufficiente a dare stabilità sui rettilinei. L'effetto "instabilità" si farà comunque notare nell'inserimento in curva, che risulterà più immediato ed aggressivo.La convergenza delle ruote ha, invece, un effetto stabilizzante: tenderà a far andare dritta la macchina. Viene adottata per lo più al retrotreno, dove ne previene la tendenza a 'scappare' quando i pneumatici vengono bruscamente portati ai limiti del cerchio di tenuta, e ogni irregolarità del terreno può far loro perdere la presa. Il guidatore avrà la sensazione che il posteriore sia "incollato alla strada", come se ci fosse una forza invisibile che lo tiene in traiettoria.Tuttavia ci sono degli svantaggi: la direzionalità in curva può soffrirne parecchio, specie in quelle lente. L'effetto può arrivare ad essere tale che la tenuta dell'avantreno è a malapena sufficiente a far curvare la macchina. In altre parole, troppa convergenza al retrotreno può tradursi in un effetto di sottosterzo.Se le ruote anteriori sono convergenti, si ha sostanzialmente lo stesso effetto stabilizzante; ciò può essere comodo per controllare le accelerazioni, ma farà perdere direzionalità all'anteriore: l'inserimento in curva sarà assai meno aggressivo.Convergenza e divergenza hanno in comune un effetto: aumentano la prontezza di reazione della macchina. Le forze opposte, per piccole che siano normalmente, eliminano tutti i giochi della sospensione, e pre-caricano lateralmente i pneumatici, deformandone leggermente la carcassa. Ciò consente alla macchina di reagire più prontamente. Lo svantaggio di un angolo accentuato di convergenza o divergenza sta soprattutto nello spreco di energia (quindi perdita di velocità): all'aumentare dell'angolo cresce lo slittamento dei pneumatici con l'asfalto, quindi, quanto maggiore è il grip della pista, tanto maggiore sarà la perdita. Inoltre, se l'angolazione delle ruote è pronunciata, saranno altrettanto ampi gli angoli di slittamento, con conseguente diminuzione della tenuta di strada persino in rettifilo. I valori normalmente utilizzati vanno da -1.5 a +1.5 gradi all'anteriore, più di così darebbe luogo a comportamenti strani, mentre al posteriore è comune utilizzare da 0 a 3.5 gradi di convergenza, qualcosa meno per le macchine on-road. Lo sterzo deve avere un effetto autocentrante, per consentire al veicolo di proseguire in linea retta quando non si intende intervenire sul volante per modificarne la traiettoria.Questo effetto si ottiene con un opportuno posizionamento dell'asse di rotazione del fuso snodo (o del porta-mozzo) delle ruote anteriori. Se questo asse venisse prolungato fino ad incontrare il terreno, il contatto avverrebbe un pò più avanti della verticale condotta dal centro del mozzo: la distanza al suolo tra questi due assi viene definita "avancorsa"; il termine è giustificato dal fatto che, considerando il senso di marcia del veicolo, il punto di contatto viene a trovarsi davanti al centro dell'area di impronta del pneumatico (un angolo di incidenza negativo, solitamente, non viene mai usato).Per rendersi conto dell'effetto dell'angolo di incidenza, chiamato anche angolo di caster o semplicemente caster, basta pensare al comportamento delle ruote girevoli di una sedia o di un carrello portavivande: queste ruote tendono infatti ad orientarsi nel senso del movimento, poichè la resistenza che incontrano durante il rotolamento agisce come coppia (la spinta è applicata in un punto diverso dalla resistenza) che tende a ri-allineare le ruote.Un angolo di incidenza non nullo causerà un eccesso di campanatura delle ruote anteriori quando vengono sterzate, facendo alzare l'avantreno. E' questo innalzamento che dà alle ruote anteriori la tendenza a raddrizzarsi spontaneamente quando non si applica forza allo sterzo: con le ruote dritte il telaio sta all'altezza minima da terra, mentre per sterzare bisogna applicare della forza, per alzare l'avantreno. Al venir meno dell'azione sterzante, la forza di gravità riporterà le ruote nella posizione originale. Questo effetto è tanto più pronunciato, quanto più la macchina è pesante e l'angolo di incidenza è pronunciato. Inoltre, al crescere dell'angolo di incidenza, cresce la differenza di campanatura tra le ruote quando vengono sterzate. Questa differenza di campanatura va a compensare l'inclinazione del telaio e la deformazione dei pneumatici che si verificano in curva.Un angolo di incidenza pronunciato aumenterà la direzionalità all'inserimento in curva e nei curvoni veloci, in cui l'inclinazione del telaio è più pronunciata. Aumenterà anche la stabilità su terreno accidentato e la stabilità in rettilineo. Un angolo di incidenza poco pronunciato, invece, migliorerà la direzonalità nelle curve lente e ammorbidirà l'inserimento in curva.Si noti che l'angolo di incidenza non è sempre costante: nelle macchine con sospensioni a trapezio, in cui il braccio superiore non è parallelo al triangolo inferiore, l'incidenza varierà con il movimento della sospensione. Se il triangolo inferiore ha un'inclinazione orizzontale minore rispetto al braccio superiore, l'angolo di incidenza diminuirà con la compressione della sospensione, ad esempio in curva o in frenata. Questo effetto è detto "incidenza reattiva".

Visitatori

 Visitatori sul forum    

 Visitatori in chat          

Visitatori sul sito
56
Visitatori di oggi
Visitatori mensili
Mese precedente
Dal 20-08-2001
734
16024
25982
1021184

Le Golf degli utenti

Eventi - Meeting